Archivio mensile novembre 2013

Digeneralmanager

Calcio a 5, serie C1. D’Aniello-Giordano, contro il Solofra fa festa il Cus Caserta

D'Aniello e Giordano, gli autori dei gol.

D’Aniello e Giordano, gli autori dei gol.

Entrambe in zona playoff, entrambe a caccia di punti. A Casagiove è battaglia al vertice tra Cus Caserta e Futsal Solofra, con tutte e due le squadre che arrivano al match in striscia positiva. Bella sfida anche in panchina tra Ventimiglia e Iannone, tecnici giovani e preparati. Il primo squillo è di marca ospite, con la discesa di Somma, tiro in diagonale troppo angolato. Cerca di rispondere il Cus con Daniele Venitmiglia, che fa prima una bella cosa scippando la palla a Spisso, che però recupera l’avversario e ruba a sua volta la sfera; prova anche a trasformare l’azione da difensiva in offensiva, la conclusione è centrale. Si resta nell’area di rigore cussina e dalla mischia capitan De Vivo colpisce il primo di una lunga serie di pali che contribuiranno a rendere la gara entusiasmante fino al termine. I padroni di casa capiscono che devono svegliarsi, Altieri illumina il gioco per l’accorrente Palumbo che non riesce a chiudere, nemmeno pochi istanti dopo con una bella giocata individuale. La partita è divertente e sembrano esserne soddisfatti sia i tifosi che i due allenatori. Ventimiglia e Negri cercano la soluzione dalla distanza, ma la mira è da rivedere. La grande occasione capita sui piedi di Altieri. L’attaccante locale controlla con il tacco, ma il pallonetto esce sopra la traversa. Il Solofra allora prova a rispondere sfruttando una delle rare occasioni in contropiede, ma Centore compie la prima di tante parate decisive. A fine gara l’estremo difensore cussino si confermerà una delle colonne portanti del roster casertano. Dall’altra parte, invece, succede di tutto: Ventimiglia ruba un altro pallone, appoggia ad Altieri che finta e calcia, Rago respinge, D’Aniello sulla ribattuta colpisce il palo, Giordano lo imita, poi tocca ad Altieri, che cambia legno, scegliendo la traversa con la collaborazione di Rago. Due pali e una traversa nella stessa azione, ma a fare la collezione di legni colpiti, da lì in avanti, sarà soprattutto il Solofra. A testimoniarlo poco dopo è Spisso, che si fa deviare il destro sulla trasversale. Prova a risolverla allora Daniele Ventimiglia con il suo mancino, ma prima è Rago a negargli il gol, poi è la mira ad essere sbagliata. Finisce così un bel primo tempo. Nella ripresa si decideranno le sorti dell’incontro, in 30’ minuti di estrema intensità. Di Palma va col sinistro, tiro largo di poco. Il Cus capisce che per sbloccare l’incontro servirebbe un po’ di personalità. E nel giorno del suo 18°compleanno, la decide lui: Silvio D’Aniello, irresistibile il dribbling, chirurgico il destro: 1-0 Cus, esultanza per il maggiorenne capitano di giornata. Tifosi locali in festa e complimenti meritati per D’Aniello, che va a rifiatare in panchina, dopo l’abbraccio con il papà Vincenzo, ormai storico dirigente cussino. Il Solofra però non ci sta e da grande squadra comincia ad attaccare a testa bassa. Per alcuni minuti si gioca all’americana, attaccando da una parte sola. Dopo l’incrocio dei pali colpito dal solito sfortunatissimo Spisso, il Cus avrebbe in canna il colpo del ko: in velocità Altieri lancia Palumbo, che serve Salzillo, ma il sinistro è sbagliato. Il match è ormai una battaglia di nervi e nella giugla Salzillo si fa perdonare l’errore, con un recupero delicato su Spisso. Alessandro Palumbo mette i brividi a Rago su calcio piazzato, sciupando sulla ribattuta. Il Solofra meriterebbe anche il pari, ma sulla linea di porta c’è un grosso problema, che fa di cognome Centore. Neanche la deviazione in barriera di Palumbo mette fuori causa il portierone di casa. Dalla parte opposta il collega di reparto prova ad imitarlo, ma lo fa ai limiti del lecito. Per fermare Palumbo, infatti, tocca con la mano il pallone fuori dalla sua area, l’arbitro lo vede e lo espelle. In pochi secondi si decide la contesa. Giordano fallisce la prima occasione, ma poco dopo chiude il discorso realizzando il tiro franco. Gioco, partita, incontro. Il sesto fallo lo commettono anche i padroni di casa, ma Spisso, neanche a dirlo, prende ancora il palo: è il settimo della giornata, sommando quelli colpiti da entrambe le formazioni. Finisce il tempo, finiscono le emozioni. Bella vittoria per i casertani, che tornano ai vertici conquistano il secondo posto in classifica.

Cus Caserta: Centore, Palumbo, Errico, Salzillo, Altieri, Giordano, Palumbo A., Ventimiglia, Cardillo, D’Aniello, Dell’Aquila, Roviello. All: Ventimiglia G.
Solofra: Rago, De Vivo, Sellitto, Roscigno, Somma, Negri, Spisso, Giordano, Di Palma, Ingenito, Esposito, Scarano. All: Iannone

Marcatori: D’Aniello, Giordano

Ammoniti: Negri (S), D’Aniello e Giordano (C)

Digeneralmanager

Minaccia il convivente con un coltello, un ragazzo 22enne originario di Marcianise arrestato a Pianura

Un giovane di 22 anni originario di Marcianise è stato denunciato per maltrattamenti nei confronti di un transessuale di 25 anni con il quale conviveva. L’episodio è avvenuto a Pianura, nel napoletano. Secondo la ricostruzione fatta dai poliziotti già da parecchio tempo il 22enne esercitava violenze contro il  compagno, a causa degli eccessi di gelosia. Recentemente si era scagliato con un coltello contro il partner che aveva riportato una ferita ad una mano nel tentativo di evitare il colpo. Ne era nata una colluttazione al termine della quale il giovane aveva cacciato di casa l’aggressore prima di rifugiarsi presso un’amica. Al suo ritorno a casa qualche giorno dopo vi aveva trovato il partner che vi si era introdotto forzando una persiana. Alla reazione del transessuale, che gli aveva comunicato l’intenzione di interrompere il rapporto, il giovane ha prima minacciato di suicidarsi, poi ha aggredito il compagno provocandogli una ferita per la quale è stato medicato all’ospedale San Paolo.

Digeneralmanager

Domani sera, domenica, al Jolly Hotel arriva Gianni Cuperlo, candidato alla segreteria del Pd

gianni cuperloDomani sera alle 19, presso il Jolly Hotel di Caserta, Gianni Cuperlo, uno dei tre candidati alla segreteria nazionale del partito democratico (gli altri due sono Pippo Civati e Matteo Renzi) incontrerà i suoi sostenitori della provincia di Caserta. Con Cuperlo si sono schierati tra gli altri  l’ex parlamentare Stefano Graziano, gli ex segretari provinciali, Dario Abbate e Vincenzo Cappello, oltre che, tra gli altri, Lucia Esposito, Camilla Sgambato e il segretario dei Giovani Democratici, Pasquale Stellato.

 

 

Digeneralmanager

Partito Democratico, Vitale ha presentato il suo team: molte facce nuove, ma anche esponent della vecchia nomenklatura

raffaele vitaleLa squadra che affiancherà Raffaele Vitale, da poche settimane eletto alla segreteria provinciale del Pd, è pronta. Ed è – come era facile prevedere – in gran parte composta da giovani che però hanno già acquisito esperienze significative nel sociale. “C’è stata grande attenzione al rispetto delle competenze e dei percorsi politici personali– spiega Vitale- e sono state rispettate le premesse su cui si è fondata la compagna congressuale: innovazione, innanzitutto, e nessuna logica lobbistica. Il Pd dei prossimi tempi- dice convinto il segretario– sarà un Pd di grandi capacità che ha saputo puntare su competenza e professionalità”. Ad affiancare Raffaele Vitale, come sue vice, il segretario del Giovani Democratici Pasquale Stellato. Coordinatore dell’esecutivo, altro giovane con esperienza politica: il consigliere comunale di Aversa, Marco Villano. Entrano nell’esecutivo anche Franco De Michele (Responsabile Organizzativo), Vito Marotta (Responsabile dei Circoli), Telia Frattolillo (Responsabile Programmazione territoriale) e Raffaella Zagaria (Responsabile Elettorale). Conferma per il sindaco di Macerata Campania, Luigi Munno cui spetta il ruolo di responsabile degli Enti Locali. Questa la squadra dei Responsabili dei Dipartimenti tematici del Pd Caserta:

Coordinatore attività: Salvatore Mataluna; Politiche sociali: Liliana Di Giorgio; Immigrazione e terzo settore: Susan Darboe; Università:  Massimiliano Rendina

Innovazione e ricerca: Marika Belardo; Sanità: Vincenzo Letizia; Pari opportunità: Angela Valentino; Politiche europee: Enrico Vellante; Lavoro: Simone Pagano; Giustizia: Enzo Guida; Arte: Ivano Caiazza; Sicurezza del territorio: Pasquale Monaco; Cultura Carlo Comes; Attività Produttive: Maurizio Reitano; Politiche economiche: Ermanno Masiello; Programma: Antonello Bonacci; Istruzione: Angelo Cattolico; Agricoltura: Giuseppe d’Alterio; Turismo: Carlo Fusco; Formazione politica: Agostino Morgillo; Riforme e Pubblica Amministrazione. : Antonio Papa; Infrastrutture e trasporti: Domenico Iovinella; Politica delle Acque : Ennio Natale; Nuovi strumenti di comunicazione: Roberto del Prete; Pianificazione urbanistica: Francesco Letizia. Intanto però una nuova polemica tra renziani e antirenziani rischia già di esplodere nel Pd a proposito della direzione. L’attacco arriva dal presidente dell’assemblea provinciale Vincenzo Cappello: “Tutti gli adempimenti sono stati espletati ma la Direzione provinciale del Pd Caserta  non è messa in condizione di lavorare a causa di ritardi nella consegna dei nomi.Nonostante l’unanimità nell’indicazione numerica dei componenti (45 per l’area Vitale, 35 per quella di Roseto) fino ad oggi non un solo nome è arrivato dall’area Roseto mentre è al completo – e rispetta tra l’altro la parità di genere – l’elenco dei delegati per Vitale”. 

 

 

 

 

Digeneralmanager

Energia Sostenibile, la Provincia eroga 150mila euro ai Comuni che hanno partecipato al bando

La Provincia di Caserta ha accolto le domande presentate dai 29 Comuni di Terra di Lavoro che hanno partecipato al bando legato alla realizzazione dei cosiddetti Piani di Azione per l’Energia Sostenibile, erogando somme di poco inferiori ai 150mila euro.I Comuni ammessi al finanziamento sono: Caserta (10mila euro), Tora e Piccilli (9500 euro), Rocca d’Evandro (9500 euro), Alife (7197,11 euro), Trentola Ducenta (10mila euro), Macerata Campania (10mila euro), Capodrise (10mila euro), Piedimonte Matese (8191,15 euro), Roccamonfina (2140 euro), Camigliano (2200 euro), Castel Campagnano (1900 euro), San Tammaro (6331,20 euro), Parete (9978,80 euro), Teano (10mila euro), Pietravairano (3500 euro), Santa Maria La Fossa (3137,94 euro), Ruviano (2100 euro), Recale (7500 euro), San Potito Sannitico (2013,60 euro), Casagiove (10mila euro), Castel Morrone (4738,80 euro), Capriati al Volturno (2000 euro), Lusciano (5071 euro).

Digeneralmanager

La violenza contro le donne, un convegno nella sala consiliare del capoluogo

sala consiliareIl dibattito, sul tema ““Violenza contro le donne: obiettivo zero”, cui ha portato il suo saluto il sindaco Pio Del Gaudio, ha preceduto la sottoscrizione di un’intesa “per la costituzione di un “Osservatorio comunale contro la violenza sulle donne”, con l’’intento di costituire una rete informativa allo scopo di prevenire e reprimere il fenomeno”, cui concorreranno il Comune di Caserta, la Commissione Pari Opportunità della Provincia di Caserta, la Questura, il Comando provinciale dei Carabinieri, l’’Uosm 12 Asl Caserta, il Cug dell’’Azienda ospedaliera Sant’’Anna e San Sebastiano,  l’’Istituto Scolastico “Manzoni”, l’’associazione Spazio Donna. All’intesa hanno aderito anche i sindacati Cgil, Cisl e Uil. “Aderirà presto a questa rete – aggiunge Iarrobino – l’istituenda Commissione Pari Opportunità del Comune. Abbiamo bisogno delle passioni e delle energie di tutti per sconfiggere la violenza sulle donne. Per questo, puntiamo anche a ricercare i più utili collegamenti delle nostre iniziative con i progetti realizzati sul livello regionale e nazionale circa il tema della violenza di genere. “E’ venuto il momento – ha affermato il presidente del Consiglio comunale di Caserta Gianfausto Iarrobino –  di rafforzare e coordinare le attività che quotidianamente vengono svolte nelle istituzioni, nel mondo della scuola e nella società civile. Ci sono le condizioni perché Caserta viva una nuova stagione della lotto contro la violenza sulle donne in  cui si coniughino sensibilità, saperi e buone pratiche e affinché questo impegno diventi un metodo per informare e formare i cittadini”. 

Digeneralmanager

Conoscenza storica e tutela ambientale: una serie di convegni per gli studenti del Giannone

IMG_0101IMG_0131Dopo Santa Maria Capua Vetere il Procuratore della Repubblica Paolo Albano ha fatto tappa anche a Caserta per presentare al liceo Classico Giannone il suo libro sulla strage nazista di Carmignano, nell’ambito della conferenza promossa con il Club  Lyon di Caserta per le giornate di studio “Gli eccidi nella seconda guerra mondiale in Terra di Lavoro”. All’evento, che ha avuto inizio ieri mattina (29 novembre) alle ore 9.30, ha partecipato anche un gruppo di studenti del liceo Manzoni. La storia del ‘900, argomento d’esame per gli studenti dell’ultimo anno, prescinde spesso da una conoscenza della storia del mondo che “è passata” per il nostro territorio e ha toccato la nostra gente. E’ indispensabile, ed è compito speciale di un Classico, che il progetto di vita degli allievi non prescinda mai da un tempo e da un luogo, da una contestualizzazione di civiltà, cronaca, cultura.  Per questo i giovani studenti sono impegnati in diversi incontri e dibattiti. Ieri, infatti, nella sede associata di Caiazzo, sono state anche presentate la mappa dei territori sani dell’ Alto Casertano e le procedure di tutela dell’igiene e sicurezza dei prodotti alimentari, l’argomento al centro dell’ennesimo incontro promosso nei giorni più intensi della protesta studentesca dal Liceo Pietro Giannone. A palazzo Mazziotti, Leandro Lamanna, funzionario del settore Salute e Sicurezza degli alimenti del dipartimento Politiche Agricole della Regione Campania, ha illustrato in un affollatissimo incontro, agli studenti, le caratteristiche normative, procedurali e fisico-chimico-organolettiche per la riconoscibilità dei prodotti indenni da rischi di inquinamento. Si è animato subito il dibattito con le pressanti domande dei ragazzi che hanno voluto sapere tutto su caratteristiche dei suoli, stato delle acque, sistemi di coltivazione, direttive europee di tutela dei marchi DOC e DOP.

Digeneralmanager

Ricerche di mercato e sondaggi d’opinione: la “3G Deal & Research” apre una nuova sede a Caserta

IMG_3840E’ stata inaugurata ieri, venerdì 29 novembre, a San Nicola la Strada, la nuova sede della “3G Deal & Research”, l’azienda specializzata nell’erogazione di servizi di contact center evoluto, ricerche di mercato  e sondaggi di opinione. La società ha ampliato la sede locale trasferendosi in una “location” operativa più grande, spaziosa ed accogliente, lungo la Ss Cosma e Damiano presso il Centro Leonardo. Poche settimane fa la “3G Deal & Research” ha presentato una ricerca condotta in città sulla qualità della vita e la percezione dei servizi che Caserta offre. Al taglio del nastro sono intervenuti il sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio; il sindaco di San Nicola La Strada, Pasquale Delli Paoli; Camilla Berbabei, segretario generale della Cgil di Caserta; consiglieri ed assessori dei due comuni; autorità del luogo; e i principali clienti della società: Telecom Italia, Eni, Wind Infostrada e Acea. Nel corso della cerimonia è stata organizzata una visita guidata della sede che occupa 2 mila metri quadri sui quali sono state allestite 220 postazioni multimediali. L’ambiente è stato progettato e realizzato per garantire il massimo confort ai collaboratori. Diversi gli interventi che si sono susseguiti durante la giornata, a partire dal direttore generale dell’azienda, Francesco Esposito; il direttore di Produzione, Giovanni Farese; a Marco Dau, direttore generale di 3G Spa. «In un momento di grande incertezza e grave carenza di lavoro – ha dichiarato Esposito – noi siamo intenzionati ad offrire un’opportunità di grande interesse visto che entro aprile, la prossima primavera, comunque, cercheremo di occupare complessivamente in questa sede 600 persone». La “3G Deal & Research” si è distinta fino ad oggi per professionalità e qualità delle risorse impiegate in tutte le sedi operative che ha in Italia. Oltre a Caserta è presente a Termoli e Marsala. Il progetto imprenditoriale mira a sviluppare competenze distintive nella vendita di servizi di Telecomunicazione, Energia e Intrattenimento. Le selezioni sono in corso e gli interessati possono inviare il proprio curriculum-vitae e candidatura al seguente indirizzo e-mail: selezione-caserta@3gdr.net. Il candidato/a ideale ha un’età compresa tra i 25 e i 55 anni, possiede buone doti di comunicazione, è intraprendente, motivato/a, flessibile e orientato/a al successo sia personale che di gruppo. Ha, inoltre, conseguito un Diploma o una Laurea, ha conoscenze informatiche di base e capacità di lavorare in team. I curriculum inviati saranno valutati ed il candidato sarà contattato per un colloquio nella sede di Caserta.

 

 

Digeneralmanager

«Non compromettete la vostra esistenza con scelte criminali»: Roberti e Conzo incontrano gli studenti del Buonarroti

PROCURATORI 5PROCURATORI 1PROCURATORI 3
«Legalità non significa solo rispetto delle norme esistenti, ma deve avere un fondamento nei principi, nella giustizia, nella convinzione che non ci sono scorciatoie per affermare la propria dignità  e il proprio valore di esseri umani». Non sarà facile per dei ragazzi dimenticare o restare indifferenti alle parole e al messaggio profondo di Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia, e Giovanni Conzo, sostituto procuratore della DDA di Napoli. Ieri pomeriggio, infatti, in occasione della Giornata della Legalità, Roberti e Conzo hanno incontrato gli studenti del Buonarroti di Caserta per un dibattito che ha abbracciato molteplici argomenti e provato a dare spiegazioni plausibili ai problemi attuali. Diversi i temi affrontati dai giovani, così come tante sono state le domande a cui hanno risposto il procuratore e il sostituto procuratore. Proprio loro che quotidianamente si battono affinché regnino il rispetto e la civiltà sono stati per qualche ora amici, confidenti e maestri dei giovani, perché sono i giovani che devono e possono cambiare le cose. E infatti Conzo, che a fine serata ha ricevuto il Premio Legalità 2013 dalla Fondazione  Milillo, ha raccontato dei ragazzi di camorra, di quei giovani che ha incontrato più volte dietro le sbarre. «Mi ha fatto male vederli  – ha spiegato – perché hanno rovinato per sempre il loro futuro. Per questo dico a voi e vi chiedo di ripeterlo ai vostri amici: Non compromettete la vostra esistenza con scelte criminali». Proprio il racconto di fatti reali e di esperienze vissute hanno spinto gli studenti a trovare il coraggio di fare domande su Borsellino e Falcone, sulla trattativa stato-mafia, sul clan dei casalesi, sui collaboratori di giustizia, e sul ruolo svolto dalle donne e dai figli dei boss. Emozionata la preside Di Pippo. Al suo fianco Adriana Gallo e Giuseppe Fausto Milillo, rispettivamente presidente provinciale e nazionale della Fondazione Milillo, che hanno organizzato la Giornata della Legalità insieme a Gian Maria Piccinelli, direttore del dipartimento di Scienze Politiche Jean Monnet della Sun. Apprezzamenti per il valore di una simile lezione, anche dal questore Gualtieri, dal comandante provinciale dell’Arma, Scafuri, e dal comandante dei Vigili di Caserta, Negro.

Digeneralmanager

All’Oratorio Santo Stefano di Tuoro la premiazione del Premio Leggiero 2013

premio leggieroLa tradizionale cerimonia di premiazione del Premio Antonio Leggiero 2013, organizzata dal Comitato Provinciale della Federazione Ciclistica Italiana nella accogliente sede dell’Oratorio S. Stefano a Tuoro di Caserta, è servita per fare il punto con i dirigenti nazionali, regionali e provinciali delle “due ruote” sulla situazione di uno sport che, nonostante tutti i problemi, è tra i più amati dalla gente. “Uno sport -ha sottolineato Daniela Isetti, vicepresidente della Federazione Ciclistica Italiana- che sta cercando al proprio interno di migliorare il sistema dei controlli soprattutto attraverso un progetto di formazione che coinvolgerà dirigenti e tecnici a tutti i livelli“. “In Campania -ha aggiunto il presidente regionale Pino Cutolostiamo lavorando in questa prospettiva e in totale sintonia con le indicazioni della dirigenza centrale“, un concetto che è stato rafforzato anche dall’intervento del vicepresidente Domenico De Lucia, peraltro componente dello staff medico centrale della Fci. “Il nostro impegno a livello periferico -ha sottolineato nel suo intervento introduttivo il presidente del Comitato Provinciale Antonio Giordanoè rivolto in primo luogo ad essere punto di riferimento delle società dilettantistiche, creando ocasioni  di incontro e confronto non solo sul piano agonistico ma anche su quello culturale in modo da puntare in tutti i sensi ad una crescita di un settore che rappresenta la vera base di riferimento per il ciclismo“. Oltre al parroco di S. Stefano a Tuoro Biagio Saiano, hanno portato il saluto ai numerosi partecipanti, giunti da tutta la Campania, il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio e il delegato Coni Michele De Simone. Si è svolta quindi la cerimonia di premiazione, condotta con l’abituale verve da Luigi Cinone, che, oltre ai vincitori della 36^ edizione del Premio intestato ad un grande animatore sportivo Antonio Leggiero, prematuramente scomparso, ha visto sfilare in passerella anche i protagonisti dell”8° Memorial Arcangelo Del Piccolo, indimenticato judoka e animatore sportivo, e, infine, rappresentanti di società, dirigenti, tecnici e giovani atleti che hanno ricevuto i riconoscimenti attribuiti dal Comitato Regionale della Federazione Ciclistica Italiana. Per l’edizione 2013 la classifica finale del 36° Premio Leggiero, articolato su cinque prove svoltesi a Bellona, San Giovanni Ceppaloni, Tuoro, Marcianise e Trecase, ha visto al primo posto, nella prova individuale Raffaele Ciorlano del Team Pianura Visconti, seguito dai compagni di squadra Pasquale Abenante e Antonio Di Maiolo; nella prova a squadre successo del Team Pianura Visconti, seguito dall’Imperiale Grumese e dal Gs Ciclistico Grottaglie.