Archivio mensile giugno 2013

Digeneralmanager

Casal di Principe: viola i domiciliari, finisce in carcere

  1. VinciguerraI Carabinieri dell’aliquota radiomobile di Casal di Principe hanno tratto in arresto  Francesco Vinciguerra, 26 anni del luogo,già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Allo stesso i militari dell’Arma hanno notificato un’ordinanza di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli per “violazione delle prescrizioni imposte dall’A.G.”. L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.
Digeneralmanager

Trentola, pregiudicata in carcere per contrabbando di sigarette

  1. SpenusoI Carabinieri della Stazione di Trentola Ducenta  hanno tratto in arresto Marta Spenuso, 41 anni del posto, nullafacente, pregiudicata. Alla donna, già agli arresti domiciliari per il reato di contrabbando di tabacchi lavorati  esteri, i militari dell’Arma hanno notificato un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal Tribunale di Napoli. L’arrestata è stata associata alla Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli .
Digeneralmanager

Castel Volturno, sparò al vicino uccidendolo: il Gip lo manda ai domiciliari

  1. Nel corso della mattinata, in Castel Volturno i carabinieri del locale comando Stazione hanno notificato ad  Antonio  Rocco, 64 anni l’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dall’ufficio G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per omicidio aggravato ed omessa denuncia trasferimento di armi legalmente detenute. Il provvedimento è scaturito a seguito del decesso di  Giancarlo Schioppi, avvenuto presso l’Ospedale Cardarelli il 21 maggio scorso, ove era stato ricoverato a seguito delle complicanze insorte successivamente alle gravi ferite riportate in occasione dei fatti avvenuti il 6 aprile 2013 in località Baia Verde di Castelvolturno, allorquando fu colpito alla spalla destra da due colpi d’Arma da fuoco esplosi, con un fucile da caccia regolarmente detenuto, dal citato Rocco. L’arrestato, che già si trovava agli arresti domiciliari, dovrà permanervi in forza del suindicato provvedimento. 
Digeneralmanager

Villa Literno, arrestato nigeriano: vendeva cd contraffatti

  1. La scorsa notte, a Villa Literno  via Corso V. Emanuele III, i militari dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Casal di Principe hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per “introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi e detenzione di materiale audiovisivo privo del marchio s.i.a.e.”  Akano Aknji Asimiyu, nigeriano35 anni, in italia senza fissa dimora. L’uomo, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso  244 supporti magnetici contraffatti, privi del marchio S.I.A.E.. Il materiale è stato, ovviamente, sequestrato. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.
Digeneralmanager

Giornata dello Sport domani a Caserta. In esposizione il deltaplano del mitico D’Arrigo

clip_image001Verrà esposto anche il deltaplano del mitico Angelo D’Arrigo, scomparso durante un volo in Sicilia qualche anno fa, nel giardino reale Maria Carolina dove domani domenica 2 giugno avrà luogo la 10^ Giornata Nazionale dello Sport organizzata dal Coni. D’Arrigo, maestro di sci laureato all’Università dello Sport di Parigi, detto l’Icaro dellEtna, era noto per le sue imprese quasi ai confini della realtà nei cieli e sulle rotte impossibili di tutto il mondo. Nel 2002 si alzò il volo con il suo deltaplano dal Circolo Polare Artico e, seguito da uno stormo di gru siberiane, insegnò loro la rotta migratoria che le portò lungo 5.500 chilometri fino in Medio Oriente, sopra l’Iran. Nel 2004 si alzò invece in volo con l’aquila Gea e dal campo base sfruttò una corrente ascensionale per salire fino a quota 9.000 metri. Giunto in quota, sorvolò l’Everest, con Gea. Con un’altra aquila invece, Nike, sorvolò anni fa tutto il Sahara. Il deltaplano appartenuto ad Angelo D’Arrigo è nella disponibilità dell’Associazione Arma Aeronautica di Caserta, di cui è presidente il generale Elia Rubino. Dagli sport del cielo a quelli motoristici con una monoposto di formula 3, messa a disposizione dall’Automobile Club, quattro vetture da rallye della scuderia Caserta Corse e otto auto d’epoca del Camec di S. Maria Capua Vetere, tutte in esposizione in viale Douhet, dove è fissato anche il raduno del Vespa Club Caserta con successiva passeggiata rombante nell’hinterland del capoluogo.   E all’interno dei giardini Maria Carolina, pur con qualche limitazione per il maltempo dei giorni scorsi che ha condizionato alcuni allestimenti, ci saranno numerosi punti sport attivi tra le 9.30 e le 13.30, tra cui  ginnastica, palla tamburello, danza sportiva, scherma, judo, taekwondo, karate, aikido, tennistavolo, football elettronico, cycling, bocce, scacchi, arrampicata sportiva, orienteering, atletica. La Giornata Nazionale dello Sport a Caserta sarà anche all’insegna del tricolore in considerazione della concomitanza con le celebrazioni per la Festa della Repubblica che, seppure organizzata in maniera essenziale al Monumento ai Caduti, proseguirà, per così dire, ai giardini Maria Carolina, dove alle 11.30 è fissata la spettacolare cerimonia di apertura con il Prefetto Carmela Pagano, il sindaco Pio Del Gaudio, il presidente della Provincia Domenico Zinzi, il presidente regionale Coni Cosimo Sibilia, il delegato Coni Caserta Michele De Simone e le altre Autorità.

Digeneralmanager

Maddaloni, pregiudicati alla guida di una autocisterna si danno alla fuga. A bordo arnesi per rubare gasolio

NataleAttanasioI Carabinieri della Compagnia di Maddaloni hanno tratto in arresto per resistenza e lesioni a  Pubblico Ufficiale e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli   Gennaro Natale di anni 36 e  Ciro Attanasio, di anni 45, entrambi pregiudicati di Qualiano  e sottoposti all’obbligo di dimora in quel comune, nonché denunciato in stato di libertà 53enne pregiudicato di Giugliano.I tre, che percorrevano la via libertà di Maddaloni a bordo di un’autocisterna Iveco Om, sono stati fermati per un controllo dai militari dell’Arma. Nella circostanza il Natale e l’Attanasio, passeggeri della predetta autocisterna, alla scopo di sottrarsi al controllo hanno aggredito i militari riuscendo a fuggire a piedi nelle vie limitrofe dove sono stati poi raggiunti e bloccati da un’altra pattuglia dei Carabinieri in quel frangente sopraggiunta. A seguito di perquisizione veicolare e personale il terzo occupante l’autocisterna è stato trovato in possesso di arnesi atti allo scasso e di attrezzatura idonea ad asportare gasolio per il cui possesso è stato deferito in Stato di Libertà. Il Natale e l’Attanasio trattenuti presso le camere di sicurezza della stazione di Maddaloni, saranno giudicati con rito direttissimo.

Digeneralmanager

Mobilità nuova e sostenibile, il quarto e penultimo appuntamento con i “Lunedì di Speranza”

Speranza-x-Caserta1Si parlerà di mobilità sostenibile nel quarto e penultimo appuntamento con i “Lunedì di Speranza”. Il 3 giugno, alle ore 18,30, nell’Antico Cortile di Caserta, in via Tanucci 53, l’appuntamento è con “Verso una Mobilità Nuova”, titolo coincidente con il nome della Rete creata da una serie di soggetti (blogger, associazioni, comitati) che nasce dalla fortunata esperienza di #salvaiciclisti nel 2012, e si è andata poi ampliando annettendo i cosiddetti “utenti deboli” della strada, ovvero disabili, pedoni, pendolari. Il concetto di fondo ormai è ben noto: una mobilità autocentrica, com’è attualmente soprattutto nel centro-Sud, va modificata verso forme di spostamento più sostenibili, che oltre a migliorare la qualità dell’Ambiente, porteranno effetti benefici anche sulla sicurezza, l’economia, la salute personale. Quattro gli interventi previsti, introdotti e coordinati dal consigliere comunale di Speranza per Caserta, Francesco Apperti. I rappresentanti del comitato “Città Viva” (quartiere Acquaviva) illustreranno il progetto “S…muoviamo Caserta”, in corso di svolgimento. Prenderà poi la parola Alfredo Bellini, napoletano, ideatore del portale “BiciZen.it” che approfondirà i concetti della ciclosofia. Le enormi potenzialità del turismo in bici saranno l’oggetto dell’intervento di Carlo Scatozza, casertano, esperto di marketing territoriale e promotore del blog “cicloturismocaserta.blogspot.it” dove è possibile organizzare accattivanti tour a pedali a Caserta e provincia. Infine, Matteo Dondè, architetto milanese che, nonostante la sua giovane età, vanta un chilometrico curriculum di grande prestigio nella progettazione di infrastrutture per la moderazione del traffico ed il supporto della mobilità ciclabile. Le esperienze che illustrerà potranno costituire importanti spunti di idee che i decisori politici dovrebbero avere il coraggio e la lungimiranza di traslare anche nella nostra città, la quale in quanto a cultura della mobilità vanta un ritardo pluridecennale. Al termine, clima permettendo, chi vorrà potrà saltare in  sella ed unirsi all’edizione speciale di “Pedali Nella Notte”, organizzata dall’associazione FIAB Casertainbici che, peraltro, sarà presente all’Antico Cortile con uno stand ed esporrà le tavole del progetto “Caserta Città Ciclabile”. La pedalata si concluderà in via San Carlo, dove la gelateria Sottozero offrirà una degustazione di genuine granite al limone ed alla mandorla.

Digeneralmanager

Crisi economica e cessazione di molte imprese, il grido d’allarme di Confesercenti Caserta. Pollini: «E’ tempo che la politica sostenga l’economia»

pollini-maurizioConfermato il trend delle cessazioni d’Impresa nell’anno 2013, Confesercenti Caserta esprime preoccupazione. La Confesercenti provinciale di Caserta, infatti, prendendo spunto dalla missiva che la struttura nazionale in questi giorni ha indirizzato ai leader politici, nella quale si esprime viva preoccupazione per il silenzio che circonda il tema della riduzione della spesa pubblica nel dibattito politico che precede le elezioni, ha avuto modo di analizzare i dati delle cessazioni delle imprese in provincia di Caserta. «Nostro malgrado il trend è confermato – afferma Maurizio Pollini, presidente provinciale – il grido d’allarme lanciato ad inizio mese di aprile è stato confermato in questi giorni. Nella nostra provincia chiudono 30 aziende al giorno. In merito esprimiamo forte preoccupazione. Gli imprenditori sono pronti a fare la loro parte, ma è tempo che la politica dia dei segnali concreti a sostegno dell’economia. Rimettiamo in condizione le famiglie di avere la capacità di affrontare la vita quotidiana in serenità e lavoriamo sinergicamente per consentire alle imprese di poter guardare al futuro in modo positivo. Famiglie e imprese non ce la fanno più: il 2013 non può, non deve essere come il 2012, anno di crisi nera. Scelte chiare e tempi rapidi: ci aspettiamo che un significativo intervento sulla spesa pubblica diventi il primo punto all’ordine del giorno dell’agenda politica. Per questi motivi – conclude Pollini – nelle prossime settimane ci impegneremo per promuovere una serie di incontri con le Istituzioni locali. Siamo pronti anche ad assumerci le nostre responsabilità, con l’auspicio che ognuno faccia la propria parte».

Digeneralmanager

“Solo per te card”, da domani in distribuzione le tessere del Duel Village valide tutta l’estate per sconti particolari

DUEL VILLAGESaranno in distribuzione a partire da domani, domenica 2 giugno, le “Solo per te card” del Duel Village. Le speciali tessere, valide fino al 30 agosto 2013, ti consentiranno di risparmiare sul costo del biglietto del cinema. Sette giorni su sette. Per tutta l’estate. Solo 4 euro per i film in pellicola e 8 euro per quelli in 3D. In più i possessori della “Solo per te” avranno diritto anche ad uno sconto del 10% alla vicina pizzeria “Lazzarella”. Cosa aspetti? Prenota subito la tua card scrivendo una mail con le tue generalità (nome, cognome, indirizzo, data di nascita ed e-mail) a duelcaserta@libero.it.  Ma fai in fretta. Solo i primi cento avranno diritto alla “Solo per te”. Farà fede l’ordine di prenotazione. I fortunati primi cento potranno ritirare la card gratuitamente al botteghino del Duel Village già da domani. «Un appuntamento tradizionale, quello delle card estive – spiega Patrizia Cerasuolo, General Manager del Duel Village – che si rinnova anche quest’anno per premiare gli spettatori del Duel Village e venire incontro al desiderio di quanti, malgrado la crisi, non vogliono rinunciare ad una serata all’insegna del buon cinema. Le “Solo per te card” sono realizzate proprio con questo spirito, per estendere ad una platea ancora più ampia le innumerevoli iniziative, cinematografiche e non, messe in campo dal Duel Village di Caserta».

 

Digeneralmanager

Il Pd si rimette in gioco: al Jolly Hotel è tornata in campo la “vecchia guardia”: ma i renziani di Marino non ci sono

Foto0260Il Pd, quello nuovo, riparte dal Pd, quello vecchio. Ieri sera al Jolly Hotel di Caserta la vecchia guardia di Ubaldo Greco, Arturo Di Palo e perfino di Nicodemo Petteruti e di molti che avevano condiviso l’avventura del sindaco-ingegnere, si è ricongiunta con la nuova dirigenza dei vari Franco De Michele, Enrico Tresca, Stefano Graziano, con l’aggiunta di personaggi vari provenienti dalle più svariate esperienze politiche come Clementina Ferraiolo o Maria Gatto, la prima transitata in Idv e poi in Rivoluzione civica, la seconda in arrivo dal Centro Democratico di Bruno Tabacci. Insomma un po’ di tutto e di più, con i tre vertici sindacali della triplice Cgil-Cisl-Uil, Giovanni Letizia, Camilla Bernabei e Antonio Farinari a benedire la ritrovata unità. Vent’anni di occasioni sprecate, quale progetto per il futuro, questo lo slogan che questo nuovo raggruppamento “Costruzione Democratica” ha scelto per il suo debutto pubblico. Arturo Di Palo, e poi dopo di lui Enrico Tresca, hanno ripercorso le tappe delle occasioni sprecate: la mancata valorizzazione della Reggia e il Policlinico, l’Università che non è mai effettivamente decollata come ateneo davvero casertano, il tribunale che non c’è e che non ci sarà, il ruolo del capoluogo ridotto ad appendice di Napoli. “Non siamo un paese ma non siamo diventati mai una città”, ha riconosciuto Di Palo, “per questo abbiamo deciso di rimboccarci la maniche e ripartire ricominciando a tessere una trama ormai sfilacciata”, gli ha fatto eco Tresca. Novità significativa, senza voler nulla togliere ai tanti interventi della serata, la presenza di un gruppo di Giovani Democratici che sembrano animati dalla voglia di farsi sentire, sempre che glielo permetteranno. Non poteva passare inosservata, anche se nessuno vi ha fatto riferimento, l’assenza di rappresentanti dei renziani di Carlo Marino, ormai estraneo, quest’ultimo, all’asse Tresca-De Michele. Eppure se il Pd nutre davvero l’ambizione di riconquistare una presenza significativa nel capoluogo non può pensare di farlo tenendo fuori una delle sue componenti, e dunque questo sarà un nodo – e che nodo – da sciogliere in fretta. Così come i Democratici non potranno fare finta di non sapere che nella loro stessa area culturale e politica si muove e opera un movimento che appena due anni fa, alle amministrative che incoronarono Pio Del Gaudio,  portò il suo candidato sindaco, Nicola Melone, a raggranellare un consenso strepitoso, addirittura l’11%. Chi scrive ha posto la domanda su come il Pd pensa di parlare con questa parte dell’area progressista che allora non si riconobbe né nel Pd nè nel suo candidato sindaco: ma a giudicare da qualche reazione alquanto stizzita, sembra di capire che questo dei rapporti con Speranza per Caserta e con quello che rappresenta sia uno dei nervi scoperti dei Democratici del capoluogo.

a.e.