Archivio mensile maggio 2013

Digeneralmanager

S.Maria C.V. Estorsione e ricettazione. Fermata una quinta persona

mastroianni arrestoI Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, in prosecuzione dell’attività coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, che nella mattinata odierna ha portato al fermo del P.M. nei confronti di Pasquale FAVA, Amando FAVA, Cristian DE LUCA e Marilena SORBO ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di detenzione e porto illegale di arma da fuoco, ricettazione, estorsione, danneggiamento, minaccia mediante arma, nel tardo pomeriggio odierno, hanno eseguito un ulteriore Fermo del P.M. nei confronti di Mario MASTROIANNI cl. 72 di S.M.C.V. al quale vengono contestati i medesimi reati. 

Digeneralmanager

Ius Soli e cittadinanza. Conferenza alla Cgil di Caserta

20130531_161921Si è svolta nel pomeriggio la conferenza programmata presso il salone della Cgil di Caserta. Nella discussione in merito alla proposta di legge riguardante la Ius Soli sono intervenuti la segretaria generale della Cgil Camilla Bernabei, il presidente dell’Associazione “Nero e non solo” Nello Zerillo, il presidente dell’ “Arci Caserta” Biagio Napolano, il presidente di “Libera” Gianni Solino, gli avvocati esperti in immigrazione e diritti d’asilo Amarilda Lici e Roberto Ricciardi, la presidentessa della “Rete G2” di Castel Volturno Susan Darboe e l’onorevole del Partito Democratico Khalid Chaouki. La discussione è partita dalla volontà del sindacato di creare una rete di comunicazione e lavoro in accordo con le associazioni locali per la promozione della Ius Soli, già attiva in trenta stati al mondo.  La storia del diritto in materia di acquisizione della cittadinanza ha visto in Italia la legislazione limitata a due sole norme rispettivamente del 1912 e del 1992. La legge 91/1992 è risultata, inoltre, contraddittoria per la totale assenza normativa riguardante l’ingresso di stranieri sul territorio italiano negli anni che vanno dal 1992 al 1995. Tutti gli intervenuti si sono dichiarati a favore del superamento di tale legge al fine di un riconoscimento della nuova proposta. Di particolare importanza e rilievo sono stati gli interventi tecnici della dottoressa Amarilda Lici e del dottor Roberto Ricciardi che hanno illustrato la proposta di legge e il concetto di Ius Soli in contrapposizione alla Ius Sanguinis. “Tenere la popolazione immigrata in uno stato di sudditanza è molto rischioso – ha dichiarato il presidente di Libera Gianni Solino – in quanto il malessere generale porta più potere alle mafie che cercano nuove leve tra gli immigrati e tra i ragazzini.” Molto sentito è stato anche l’intervento dell’onorevole Khalid Chaouki, il quale ha dichiarato che “la presenza delle persone all’interno della sala è già una risposta per le amministrazioni cieche che, al posto di favorire l’integrazione, ostacolano il diritto di coloro che contribuiscono all’economia della città”. Il parlamentare del Partito Democratico ha, per di più, portato il proprio esempio di nuovo cittadino esponendo le proprie difficoltà passate e auspicando un superamento delle barriere razziali create dalla diffidenza “del diverso”.

Roberta Vitale

20130531_175046

Digeneralmanager

Vairano. Favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. In manette 67enne

carabinieri-gazzella-I carabinieri della Stazione di Vairano, a conclusione di un’attività d’indagine hanno tratto in arresto Alfredo Ferraro, cl. 46 di Tora e Piccilli (CE). L’uomo, nei cui confronti i militari dell’Arma hanno raccolto inconfutabili indizi di colpevolezza, è stato bloccato in flagranza di reato e dovrà rispondere del reato di favoreggiamento e sfruttamento continuato della prostituzione di una 33enne italiana che, da oltre due anni l’accompagnava e la prelevava dal “luogo di lavoro” individuato nella via strada Campo Ianniello di Presenzano (CE). L’arrestato, in attesa della celebrazione del rito direttissima, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione. 

Digeneralmanager

S.Maria C.V. La musica può fare. Domenica la seconda edizione del Festival targato Club 33 Giri

nuova locandinaIl maltempo di questi giorni ha solo fatto slittare di qualche giorno  la seconda edizione del Festival “La musica può fare” organizzato dall’Associazione Culturale Club 33 Giri. La kermesse in programma per lo scorso 26 maggio, infatti,  è stata rinviata a domenica 2 giugno. Musica, esposizioni, arte e divertimento, tanti gli ingredienti che sapranno rendere unico un evento tanto atteso dai giovani sammaritani che domenica affolleranno, come lo scorso anno, l’accogliente  e suggestiva location di Villa Cristina, stavolta a sostegno del centro di accoglienza “Casa Rut”guidata da suo Rita Giaretta. Con il Festival, la cui prima edizione si è svolta il 27 maggio 2012, e che ha visto oltre seicento partecipanti, si chiude il ciclo di un anno di lavoro dei soci del Club 33 Giri. I frutti del loro operato e della loro convivenza si concretizzano nell’obiettivo di creare un momento di aggregazione per le persone di ogni fascia d’età che ruoti intorno alla musica e alla cultura in generale. Ma non solo. Il fine ultimo del festival “La musica può fare”  va oltre l’aspetto ludico-ricreativo dell’evento e si manifesta nel sostegno a realtà che svolgono fini sociali di vitale importanza come Casa Rut, associazione volta a recuperare le vite di donne, in particolare di donne immigrate, la cui sofferenza è muta.   I cancelli della Villa si apriranno dalle 18 di domenica 2 giugno , con la consolidata formula del Club 33 Giri: il “Palco Aperto”. Un secondo palco che ospiterà performance musicali e non solo, tra cui un reading di Roberto Solofria e Sossio Lupoli del teatro Civico 14, dal titolo “Il rigore più lungo del mondo”, di Osvaldo Soriano, la cantautrice Tonia Cestari, ed il particolare rap new-age di Nge.  A seguire, la line-up del festival si aprirà con l’irresistibile simpatia e freschezza dei The Shak&Speares, soffermandosi poi sulla canzone d’autore con l’inclinazione per il teatro del talentuoso Giovanni Block, concludendosi infine con la consolidata esperienza musicale del sestetto country ed “erotic swing” The Gentlemen’s Agreement. Una serata tutta da ballare, presentata da Carolina Nacca  e  Marcello Gravina. Interverranno durante la serata Suor Rita Giaretta, dell’Associazione Casa Rut, e Angelica Del Vecchio, per il  progetto cui il Club ha aderito e supportato durante la scorsa edizione, Play For Africa.   Non meno importanti sono le collaborazioni, gli stand, le mostre e le proiezioni nella stessa location di Villa Cristina, che faranno da contorno alla già suggestiva atmosfera che si propone. Il servizio bar verrà fornito dal Paradise Drink Lounge, di Pasquale Della Valle, sito in via Agostino Stellato, presso il Complesso Massaro di San Prisco e da Play Flair Responsibly, di Roberto Belmonte. Le mostre saranno a cura di Roberta Cacciapuoti, con la raccolta di scatti “Music through my veins”, Otilio Chiodero, con la mostra “Violation” , mostre espositive a tema grazie alle raccolte dei fotografi del Club sui progetti “Play For Africa” e “Dei Ritratti – 33 Giri nell’Archeologia” ; esposizione dei lavori di alcune stiliste emergenti come Luisa D’Amico e Alessia Erre. Ed ancora, stand espositivi come quelli di Edizioni Spartaco, NeWHope (la cooperativa fondata da Casa Rut), Grass Pink, Il fimo di Rumagà . Infine proiezioni a cura di Alessandro Rauccio e Paolo Buonpane.  Per chi non potrà partecipare fisicamente al Festival ci sarà una diretta Twitter sul canale ufficiale del Club ( @Club33Giri #lmpf2013 ).

Digeneralmanager

Maltempo. Restano chiusi gli stabilimenti balneari. Perso il 70% del lavoro

maltempo spiaggiaIl cattivo tempo di questi giorni, ancora insistente su tutto il Litorale, ha notevolmente compromesso l’avvio della stagione estiva che stenta ad arrivare. Le mareggiate in rapida successione non solo hanno bloccato le aperture degli stabilimenti, ma hanno e stanno ancora arrecando notevoli danni alle strutture che  imprudentemente erano state montate già in spiaggia; le mareggiate e i forti venti di maestrale alternati a quelli di libeccio hanno eroso centinaia di metri di spiaggia, causando ancora più danni a chi vive il dramma dell’erosione della costa, ma hanno anche portato sulla battigia di tutto; alberi divelti dagli argini dei fiumi, bottiglie, plastica, vetro, non manca niente; subito i detriti e rifiuti sono stati rimossi dai balneari che si preoccupano, ove mai arrivasse all’improvviso il sole , di farsi trovare con arenili sporchi e non presentabili per i primi coraggiosi della bella stagione. La stagione balneare si sarebbe dovuta aprire il 25 Aprile scorso, inaugurando una serie di ponti di primavera e di week and , ma così non è stato, a causa delle temperature estremamente fredde le spiagge erano e sono deserte. “Abbiamo perso- spiega il Presidente del Sindacato Italiano Balneari  Caserta, Marcello Giocondo-  dalle notizie che ci giungono dal SIB nazionale il 70% del lavoro, ciò vuol dire non solo aver perso il mese di Maggio, ma di non aver potuto far decollare l’intera stagione con abbonamenti e promozioni: una stagione di lacrime e sangue mai così nera da almeno 50 anni; non solo il problema di non aver potuto lavorare, ma il danno di ricostruire, rimontare, riverniciare, ripristinare tutto da capo!! Il lavoro fatto nei mesi di marzo ed aprile è andato tutto al vento con danni economici rilevanti; tante spese senza incasso; ma non siamo soli; purtroppo la perdita del 70% del lavoro non riguarda solo noi ma l’intero indotto a noi collegato; sull’intera fascia costiera il solo turismo esistente è quello “balneare”, che trascina come una “LOCOMOTIVA” tantissimi altri settori; il benzinaio di Capua non lavora se la gente non va al mare, il caseificio, il ristorante, l’edicola, e tutti i nostri fornitori di prodotti necessari all’attività balneare, alla ristorazione,al bar, ecc…ecc” Tanta amarezza per chi subisce i danni economici di una stagione che tarda ad arrivare. A questo si devono poi aggiungere altri problemi fiscali che continuano a mettere in ginocchio tutto il settore balneare dell’intero litorale domizio – flegreo. “La pressione fiscale – continua la nota a firma del presidente Giocondo- i canoni demaniali marittimi insostenibili, la crisi economica, tutti fattori devastanti per la nostra attività; così abbiamo scoperto che fa’ molto più rumore una grandinata in agricoltura che una mareggiata tra i balneari; per cui alla domanda “avete avuto danni?” noi rispondiamo subito di NO! Perché siamo balneari, di che cosa mai potremmo lamentarci??”

Digeneralmanager

Politiche giovanili. Protocollo di intesa tra Anci Giovane e Forum Regionale della Gioventù della Campania

politiche giovaniliUn’altra importante novità per i giovani. Nella giornata di oggi, è stato firmato un protocollo di intesa tra l’Anci Giovane Campania e il Forum Regionale della Gioventù della Campania. L’atto, sottoscritto da Antonio Vassallo, Coordinatore di Anci Giovani Campania, e da Francesco E. Gentile, Presidente del Forum Regionale della Gioventù della  Campania, prevede l’organizzazione di un ciclo di attività formative rivolte a giovani amministratori e giovani membri di forum e associazioni giovanili campane. Promosso con l’intento di realizzare una rete organizzativa in grado di supportare e sostenere le politiche giovanili in Campania, il Protocollo costituisce l’ulteriore testimonianza che, tra le giovani generazioni campane impegnate su diversi fronti, esiste la volontà di costruire spazi e strumenti di partecipazione e di cittadinanza attiva. “La Regione Campania necessita di giovani amministratori che al di là dell’appartenenza politica abbiano come obiettivo comune la crescita del territorio. Il lavoro, in particolare di due membri del direttivo Anci giovane Campania, Guglielmo Lima (Capua) ed Antonio Ambrosino (Saviano), che ha portato stamane alla sigla di un Protocollo d’Intesa da parte di Anci Giovane Campania ed il forum della Gioventù della Regione Campania, rappresentato dal Presidente Francesco Enrico Gentile, è il segno che si sta lavorando su una giusta linea”, ha evidenziato  Antonio Vassallo, coordinatore di Anci Giovane Campania. “Con questo protocollo inauguriamo un percorso comune che porterà benefici e opportunità per i giovani campani. In tempi di risorse carenti a disposizione delle P.A. le politiche giovanili costituiscono un investimento sul futuro che insieme, Forum Regionale della Gioventù e Anci Giovane, intendono sostenere e valorizzare “,  ha invece affermato Francesco E. Gentile, Presidente del Forum Regionale della Gioventù.

Digeneralmanager

Del Gaudio “mette in sicurezza” Lo Uttaro, con la collaborazione del Pd. Approvata la delibera che impedirà il ripetersi di casi tipo New Ecology

Piero CappelloUna delibera di indirizzo che adesso attende il sì dell’aula. L’ha approvata la Giunta comunale di Caserta questa mattina, una delibera con la quale in sostanza “si blinda” la vasta area di Lo Uttaro mettendola al riparo dalla possibilità di altri insediamenti del tipo New Ecology. Il Comune di Caserta chiede al consorzio per le aree di sviluppo industriale di modificare il proprio piano regolatore limitatamente all’agglomerato chiamato “San Nicola” e di cui fa parte appunto Lo Uttaro. Con due importanti prescrizioni, che il Consorzio quanto prima recepirà: niente aziende che trattino rifiuti, di qualiasi tipologia, e soprattutto – riferimento chiaro a New Ecology – stop a qualsiasi nuova autorizzazione quando saranno scadute quelle in corso. Una strategia di salvaguardia che è stata messa a punto proprio ieri mattina quando Pio Del Gaudio ha incontrato – alla presenza anche di Franco De Michele ed Enrico Tresca, consiglieri del Pd, che avevano promosso l’iniziativa – il presidente del consorzio Asi, Piero Cappello insieme al quale è stato definito il percorso amministrativo dal quale è scaturita la delibera approvata questa mattina dall’esecutivo. Un esempio di collaborazione istituzionale che ha dato un risultato sicuramente positivo, e che dimostra come qualche volta si può andare al di là degli steccati e realizzare qualcosa di positivo per la città.
Digeneralmanager

S.Maria CV: eletto il sindaco baby

consiglio ragazziE’ Luca Fosso, dell’istituto comprensivo Mazzocchi, il “sindaco dei ragazzi” di Santa Maria Capua Vetere. Lo ha eletto il consiglio comunale “baby”insediato questa mattina nella sala di Palazzo Lucarelli. Fosso è stato scelto all’esito del ballottaggio e dopo la terza votazione. Nominati anche i membri della giunta, uno per ciascun istituto: Isabel Capitelli (Principe di Piemonte-Perla), Luigi Monaco (Istituto comprensivo secondo), Alessio Avallone (Istituto Uccella), Zumrud Dzhafarova (Istituto Mazzocchi), Natalia Mazzoletti (Istituto Gallozzi). Presidente del consiglio comunale dei ragazzi è stato eletto, anche in questo caso al ballottaggio e dopo la terza votazione, Francesco Troiano.All’insediamento del consiglio-baby hanno partecipato il sindaco Biagio Di Muro, il presidente del consiglio comunale Dario Mattucci, il consigliere Arturo D’Addio (presidente della prima commissione consiliare), gli assessori Paolo Busico e Carmine Munno, insieme a dirigenti scolastici, docenti e una folta platea di genitori.

Digeneralmanager

Regione Campania: dalla prossima legislatura non più sessanta ma solo cinquanta consiglieri

regione campaniaCosti della politica, anche in Campania qualcosa si muove. Il Consiglio regionale ha infatti approvato in via definitiva la modifica allo Statuto regionale che consente di ridurre – ovviamente dalla prossima legislatura – sia il numero dei consiglieri che degli assessori regionali. I primi infatti passarenno da sessanta a cinquanta, i delegati del presidente da dodici a dieci; adeguamento anche per il collegio dei revisori dei conti che passa da cinque a tre componenti. “Si completa così – ha commentato il presidente del Consiglio Paolo Romano – un percorso che abbiamo avviato da tempo e che puntava a ridurre significativamente i costi della politica”.

Digeneralmanager

Tutela dell’Ambiente e promozione dello sport i temi delle delibere approvate dalla Giunta casertana

del-gaudio-ucciero«Una riunione di Giunta imperniata sulla tutela dell’Ambiente e sulla promozione dello sport». Così il sindaco Pio Del Gaudio rende noti gli esiti della riunione odierna dell’esecutivo. «Come avevamo annunciato – spiega – la Giunta ha approvato una delibera che ora passerà all’esame del Consiglio. Rilevato che l’Agglomerato industriale di “San Nicola” del Piano Asi  rappresenta una vasta area per la quale l’Amministrazione intende adoperare ogni sforzo per favorire una radicale riqualificazione ambientale. E’ questa una programmazione che può essere attuata anche e soprattutto mediante una nuova scrittura delle normative urbanistiche comunali e sovracomunali. Da qui la richiesta al Consorzio per l’Area di sviluppo industriale della provincia di Caserta di modificare la normativa di attuazione del proprio Piano regolatore limitatamente all’Agglomerato di “San Nicola” sul nostro territorio. Ciò per vietare la realizzazione di impianti industriali che trattino, smaltiscano, recuperino o  stocchino rifiuti di qualsiasi natura (urbani, industriali, speciali, pericolosi e non) e affinché gli impianti industriali che a qualsiasi titolo operino nel ciclo integrato dei rifiuti, attualmente ivi ubicati, non possano proseguire la loro attività oltre il termine delle vigenti autorizzazioni regionali e provinciali». Nel corso della riunione è stata poi approvata una delibera che, come sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici Teresa Ucciero, «nell’ambito dell’attività di programma coglie l’opportunità di finanziamenti da enti terzi con la partecipazione a un bando interministeriale (Affari Regionali, Turismo e Sport, Economia) per realizzare il campo sintetico nel nostro Stadio comunale con una spesa di 800mila euro». Infine, la Giunta ha deliberato di intitolare a Giovanni Gavagnin, indimenticata stella del basket, la confluenza di rotatoria tra via Tiziano, via Ruggiero e via Cappuccini.