JuveCaserta nei guai: Galimberti fugge. Svanisce la favola bianconera

Galimberti, da eroe a fuggitivo.

Galimberti, da eroe a fuggitivo.

Tanto gentile e tanto onesto pareva. Alla faccia di Caserta, della fede fortitudina, dell’amicizia con Sacripanti, del padre membro del Consiglio Federale. Voleva tornare nel mondo del basket dalla porta principale, in effetti ci è riuscito. Un volto, un dilemma, quello di Gianluca Galimberti. A guardarlo prima sembrava il ritratto della solidità, della tranquillità, della serietà. Adesso non più. Ora provoca solo tanta rabbia nel cuore degli appassionati della pallacanestro nostrana, che vedono nuovamente in bilico le sorti del club. Aveva convinto tutti con la sua flemma, ed aveva convinto pure noi. Qualche tempo fa, infatti, in redazione è arrivata una mail piuttosto curiosa, di un lettore che manifestava dubbi sulla figura di Galimberti. Facendo riferimento ad altri episodi come quello che si è effettivamente verificato a Caserta nelle ultime ore, chiedeva di essere contattato al suo numero di cellulare, per spiegarci la situazione. Sciocchezze, avevamo pensato. Come dimenticare il giorno della conferenza stampa: sala Clinic del PalaMaggiò gremita, stampa e tifosi in trepidazione pronti ad accogliere calorosamente il salvatore della patria. Quegli stessi tifosi che ora, ad incontrarlo per le strade di Caserta, altro che applausi. Conquistati prima con qualche promessa, illusi, ed infine traditi.

Ora la situazione della società bianconera è tutt’altro che rosea. Lello Iavazzi, da solo, non può reggere le redini dell’intero club. Lui che fino a qualche mese fa dava un piccolo contributo alle casse dirigenziali, tramite la sua società, con una semplice sponsorizzazione. Poi, con enorme senso di appartenenza e passione, circa un anno fa, si è accollato la terza parte delle quote societarie (con Gervasio e Caputo), e, successivamente, ha rilevato il 49% del club, firmando un atto notarile che ora rischia di condannare il futuro bianconero. Eh già, perché il restante 51%, quello che conta di più, risulta appartenere a Gianluca Galimberti.

Facile ipotizzare il taglio di qualche giocatore nei prossimi giorni, per raggiungere almeno la fine della stagione senza pendenze. Poi, chissà. I fedelissimi tifosi casertani possono solo sperare, invocando l’aiuto – miracoloso, stavolta – di qualcuno disposto SERIAMENTE ad investire a Caserta. Magari, perchè no, un imprenditore casertano? D’altronde il detto lo dice: “moglie e buoi, dei paesi tuoi”.